Trasmissione degli incassi delle vendite con accettatori di monete

Il convegno approfondisce le misure in materia di memorizzazione e trasmissione telematica delle operazioni rilevanti ai fini IVA, cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuate, tramite distributori automatici (“vending machine”), introdotte dal Decreto Legislativo n. 127 del 2015.

A decorrere dal 1° aprile scorso, i soggetti passivi IVA che effettuano operazioni tramite distributori automatici, dotati di memorizzazione elettronica, sono obbligati alla trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi per tutte le cessioni di beni e prestazioni servizi effettuate mediante  “vending machine” (a prescindere dalla categoria merceologica del bene oggetto di cessione o del servizio oggetto della prestazione). Mentre per tutte le “vending machine” che alla data del 1° aprile scorso non possedevano le specifiche caratteristiche tecniche  che rendono possibile la trasmissione  telematica (in particolare la porta di comunicazione), l’obbligo è stato posticipato al 1° gennaio 2018, con conseguente periodo transitorio per l’adattamento tecnico e diverse modalità operative.

Il confronto Agenzia  delle entrate e associazioni di settore ha  contribuito a semplificare e chiarire aspetti che la Direttiva e le Norme Tecniche hanno disciplinato, rendendo possibile e gestibile un indirizzo legislativo che, senza una ragionevole e opportuna riconsiderazione adottata, sarebbe potuto essere molto penalizzante per le piccole e medie imprese del settore.

 

Relatori: Mario Carmelo Piancaldini (Agenzia delle Entrate); Emiliano Luglio (Agenzia delle Entrate)