Snam inaugura a Verona la sua prima stazione self-service di gas naturale e biometano

  Carburanti, Innovazione tecnologica, Mobilità sostenibile, NEWS & INTERVISTE

Salgono a 1.500 gli impianti di rifornimento per i veicoli a gas in Italia

È in funzione a Verona la prima stazione di rifornimento di gas naturale compresso (Cng) e biometano (Bio-Cng) in modalità self-service inaugurata da Snam4Mobility, la società di Snam per la mobilità sostenibile. Con quello veronese sono diventati 1.500 in Italia gli impianti che offrono gas naturale. Il distributore, gestito da Goldengas, erogherà esclusivamente carburanti alternativi ed ecologici tra i quali, prossimamente, il biometano avanzato proveniente dall’impianto Snam di Albairate, in provincia di Milano, e ricavato a partire da rifiuti organici.

All’inaugurazione, il 6 luglio, erano presenti, tra gli altri, il sindaco della città, Federico Sboarina, e il vicepresidente di Snam4Mobility, Andrea Ricci. Il mondo associativo è stato rappresentato dal presidente di Assogasmetano, Flavio Merigo, e dalla presidente di Ngv Italy, Mariarosa Baroni. Erano presenti, infine, anche rappresentanti del settore automobilistico, sia per quanto riguarda le auto (Seat) sia i veicoli commerciali (Iveco).

“Questa prima stazione self-service di gas e biometano rientra in tutte quelle iniziative che abbiamo voluto per favorire abitudini diverse, per creare una mentalità più attenta all’ambiente e meno inquinante”, ha dichiarato il sindaco Sboarina, ricordando il lavoro svolto dalla sua amministrazione per l’aumento delle piste ciclabili, delle colonnine per la ricarica dei mezzi elettrici e delle postazioni di bike sharing con le biciclette elettriche.

“La realizzazione della prima stazione self-service a gas naturale e biometano di Snam4Mobility è un’ulteriore importante tappa nel nostro percorso a supporto della mobilità sostenibile in Italia. Il Cng e il biometano, che già oggi rappresenta oltre il 25% del gas usato per i trasporti in Italia, hanno un grande potenziale per decarbonizzare la mobilità di persone e merci, combattendo anche l’inquinamento”, ha spiegato Ricci.

In Veneto sono già presenti i self-service di metano di Eni a Vicenza e a Padova e quello di Tamoil di Monastier di Treviso, cui si aggiungono gli impianti Ekomobil di Fombio (Lodi) e Piccini Fuels di Foiano della Chiana (Arezzo). Altre inaugurazioni sono in programma a breve termine.

La possibilità per gli automobilisti di fare rifornimento in totale autonomia 24 ore su 24 è un passo avanti importante per la diffusione nel trasporto di fonti rinnovabili fondamentali per la riduzione delle emissioni inquinanti.

Ad aprire la strada a questa opportunità è stato il decreto del Ministero dell’Interno 12 marzo 2019 recante “Norme di prevenzione incendi per la progettazione, costruzione ed esercizio degli impianti di distribuzione stradale di gas naturale per autotrazione”. Il decreto prevede che gli utenti intenzionati a fruire di questa modalità vengano “preventivamente istruiti” e che siano registrati in una specifica banca dati.

A questo scopo, nel novembre del 2020, Snam ha lanciato il sito iovadoametano.it, con un video tutorial apposito. La compagnia, in base al piano strategico per il 2020-2024, punta ad ampliare l’infrastruttura per la mobilità sostenibile realizzando su tutto il territorio nazionale 150 nuove stazioni di rifornimento di gas naturale e biometano e 5 stazioni di rifornimento di idrogeno.