Shell Eco-Marathon: tecnologia e creatività degli studenti per la massima efficienza

  Carburanti

Oltre 5000  studenti universitari e di istituti tecnici di Europa, America e Asia competono per ottenere nuovi record di percorrenza con i loro veicoli a basso consumo. Lo scorso anno il team vincitore ha percorso 2.324 km con un litro carburante. Ammesse due tipologie di veicoli e tre di motori. Buona la presenza di team italiani

Dal 1° al 5 luglio, a Londra, nell’ambito della manifestazione Make the Future Live, si svolgerà la Shell Eco-Marathon, che ogni anno coinvolge in Europa , America e Asia 5000 studenti di 25 Paesi, che puntano a ottenere nuovi record di percorrenza alla guida dei loro veicoli a basso consumo.

Scopo dell’iniziativa è richiamare l’attenzione su tematiche relative all’energia e alla mobilità, incoraggiando il dibattito su soluzioni sostenibili per affrontare la crescita del fabbisogno energetico mondiale.

Nell’ultima edizione il team vincitore ha percorso 2.324 km con un litro di carburante, l’obiettivo delle 161 squadre partecipanti è quello di percorrere, grazie al know how tecnico e alla creatività, la maggiore distanza con l’equivalente di 1 kWh o 1 litro di carburante. Due le tipologie di veicoli ammesse: UrbanConcept – veicoli simili alle automobili tradizionali – e Prototype – veicoli leggeri e ultra-efficienti, spesso a tre ruote. La scelta del motore, e quindi del carburante, può ricadere invece su tre categorie: motori a combustione interna (benzina, diesel, etanolo), batterie elettriche o celle a combustione di idrogeno.

“La Shell Eco-marathon racchiude scienza, tecnologia, ingegneria e matematica al massimo della loro espressione. Studenti provenienti dagli istituti tecnici e dalle università sono incoraggiati a sviluppare veicoli altamente efficienti nell’ottica di rimodellare la mobilità del futuro” ha spiegato uno dei dirigenti del festival Make the Future.

Le squadre italiane hanno raggiunto sempre risultati positivi e hanno conquistato spesso il podio delle differenti categorie. Quest’anno gli studenti che si stanno preparando a rinnovare i fasti del nostro Paese nella manifestazione sono FAENZAitiRACING, FAENZAnaftaRACING, Team H2politO – Molecules going hybrid, Team Zero C, H2politO – molecole da corsa, UNIBAS RACING TEAM, Eco-HybridKatane, mecc -E. Le squadre provengono sia dal mondo accademico – Politecnico di Torino, Università degli Studi della Basilicata, Politecnico di Milano e Università degli Studi di Catania – sia dagli istituti tecnici ITIP L. Bucci di Faenza e ITIS Leonardo da Vinci di Carpi.

“La Shell Eco-marathon è una competizione storica, importantissima in termini di innovazione, perché vuole dare una voce alle generazioni più giovani che vogliano ideare e progettare il futuro della mobilità”, ha commentato Valeria Contino, Responsabile Relazioni Esterne Shell Italy, Spain & Adriatics.