L’EVENTO

Oil&nonoil-Stoccaggio&Trasporto Carburanti nel 2019 raggiunge la 14° edizione (23-24 ottobre, Roma), consolidando il suo ruolo di unico appuntamento nazionale della filiera distributiva dei carburanti liquidi e gassosi dal deposito al serbatoio.

Negli anni la manifestazione è stata lo specchio della trasformazione tecnologica e organizzativa del settore, punto di riflessione e valutazione dei cambiamenti normativi, di strategie commerciali e di marketing. Soprattutto Oil&nonoil ha fotografato, edizione dopo edizione, la graduale crescita nella catena distributiva degli operatori indipendenti.

Il settore ha sempre scelto Oil&nonoil come momento di confronto e di verifica dei significativi mutamenti che hanno segnato nell’ultimo decennio il mercato dei carburanti. Dirigenti delle compagnie petrolifere, operatori indipendenti, gestori, rappresentanti delle associazioni, fornitori del settore, trasportatori, lavaggisti considerano Oil&nonoil un passaggio fondamentale per arricchire e dare stimolo alla loro attività e approfondire la conoscenza dei temi politici e normativi che indirizzano la vita della distribuzione dei carburanti.

La fiera inserisce come aspetto preponderante il tema dei carburanti, all’interno del più generale tema della mobilità e dei servizi alla mobilità al “tempo “della transizione energetica. Ancora per qualche decennio i carburanti fossili continueranno a garantire l’energia per i trasporti di merci e persone, ma Oil&nonoil, offrendo agli imprenditori ipotesi e percorsi di rinnovamento e potenziamento della loro attività, richiama l’attenzione sulle nuovi fonti e sui business che sapranno alimentare.

Convegni, seminari e workshop

Come è tradizione numerosi convegni, seminari e workshop saranno occasione di analisi, approfondimenti e confronto per e tra gli operatori.

Le proposte dell’industria che espone alla manifestazione accompagnano e anticipano i mutamenti, mettendo a disposizione degli investitori maggiore automazione, più sicurezza, migliori controlli per gestioni che hanno aspetti sempre più complessi.

Nei mesi che precederanno Oil&nonoil Roma, si assesteranno alcuni equilibri del settore, sempre più modellato dalla visione strategica e dalle scelte dei retisti grandi e piccoli, da AG Group fino ai proprietari di pochi impianti.

L’attenzione, inoltre, si concentrerà sui nuovi business che stanno prendendo corpo (stazioni di erogazione GNL e punti di ricarica elettrica) e si analizzeranno i tentativi (sostenuti anche da Assopetroli-Assoenergia) di far finalmente attecchire e crescere anche le attività non oil nelle aree delle stazioni di servizio.

Categoria %
Proprietari di stazioni di servizio 26%
Fornitori del settore 20%
Compagnie petrolifere 17%
Operatori Extrarete 10%
Gestori 8%
Lavaggisti 7%
Trasportatori di carburante 6%
Grande Distribuzione Organizzata 4%
Fleet Manager 2%
TOTALE 100%

PATROCINI

MEDIA PARTNER