Pnrr, via libera ai fondi per l’acquisto di mezzi di trasporto green

  Carburanti, Innovazione tecnologica, Mobilità sostenibile, NEWS & INTERVISTE

Previsti 3,6 miliardi di euro per metropolitane, filobus e tranvie e 836 milioni per le ferrovie regionali

Via libera ai fondi da 3,6 miliardi di euro del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) per gli interventi di sviluppo e potenziamento del trasporto rapido di massa (metropolitane, filobus e tramvie) e all’assegnazione di 836 milioni per lo sviluppo delle ferrovie regionali. Gli schemi dei due decreti del ministro delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili, Enrico Giovannini, sono stati approvati dalla Conferenza Stato-Regioni e dalla Conferenza unificata. Quest’ultima ha dato l’ok anche al finanziamento di 1,3 miliardi di euro alle città metropolitane e ai Comuni con più di 100.000 abitanti per l’acquisto di autobus e mezzi non inquinanti.

Per quanto riguarda gli altri decreti del trasporto pubblico locale, 185 milioni di euro saranno destinati alla manutenzione straordinaria dei sistemi di trasporto rapido di massa. È stata approvata anche la ripartizione di 450 milioni di euro per i servizi aggiuntivi del trasporto pubblico locale, per far fronte alle nuove esigenze dovute alla crisi pandemica, e di 700 milioni di euro come compensazione per i minori ricavi tariffari registrati negli ultimi due anni a causa dell’emergenza sanitaria.

In particolare, lo schema di decreto per il potenziamento di metropolitane, filobus e tranvie ripartisce i 3,6 miliardi di euro in 2,2 miliardi di euro per nuovi interventi nel settore – 1,2 miliardi al Centro-Nord e un miliardo al Sud – e 1,4 miliardi di euro per interventi che erano già finanziati a legislazione vigente (673 milioni al Centro-Nord e 726 milioni al Sud). I Comuni e gli altri soggetti beneficiari del finanziamento si impegnano a concludere i lavori entro il 2026.

I 936 milioni di euro previsti dal Piano per il potenziamento delle linee regionali sono stati ripartiti in 836 milioni di euro per lo schema di decreto sulle ferrovie regionali e in cento milioni di euro per il Contratto di programma tra il ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili (Mims) e le Reti ferroviarie italiane.

Gli interventi dovranno essere realizzati rispettando il cronoprogramma previsto nel Pnrr, assicurando il rispetto del principio di non arrecare danni significativi all’ambiente e di contribuire alla transizione ecologica e digitale. La Conferenza unificata ha infine approvato il decreto che proroga dal 4 agosto 2021 al primo gennaio 2023 l’adozione dei Piani urbani della mobilità sostenibile (Pums).