Oil&nonOil Verona 2020, ancora domande di partecipazione

  FIERA, Oil&nonOil Verona 2020

Fervono i preparativi per la 15^ edizione di Oil&nonOil, in programma dal 21 al 23 ottobre a Veronafiere, e per il completamento del catalogo

Altri nomi si sono aggiunti al nutrito elenco dei partecipanti. È il caso, ad esempio, di Bernardini (BRN), storica azienda di Faenza (Ravenna). Parte del gruppo Cedem dal 2012, BRN progetta impianti di rifornimento e cura il loro intero ciclo di vita, offrendo servizi di assistenza e pronto intervento e di manutenzione periodica e straordinaria. L’impresa faentina ha un’esperienza quarantennale nelle stazioni di rifornimento GPL, con quasi 2.000 impianti realizzati e/o ristrutturati in Italia. Progetta, inoltre, stazioni di rifornimento a metano e impianti per flotte interne e ha messo a punto e implementato due soluzioni tecniche per il potenziamento delle stazioni di rifornimento con il GNL: impianti con metano liquido prelevato da serbatoio e rigassificato e impianti con metano liquido prelevato da serbatoio ed erogato in forma liquida.

Ha sede in Emilia Romagna, a Traversetolo (Parma), anche Fornovo Gas, altra realtà dalla lunga storia, oltre 50 anni. La sua attività si è progressivamente ampliata ed evoluta: dalla gestione di stazioni di servizio per l’erogazione del metano da autotrazione alla distribuzione di gas metano tramite cisterne e carri bombolai alla produzione di una propria linea di compressori e di soluzioni per il gas metano. Dal 2004 Fornovo ha installato oltre 1.500 compressori in tutto il mondo. I suoi sistemi trovano applicazione in impianti di produzione di biogas e biometano, nell’industria, nel trasporto, stoccaggio e distribuzione di gas naturale compresso (CNG). Ai prodotti si aggiungono i servizi post vendita.

Altra azienda emiliana, di San Giovanni in Persiceto (Bologna), Safe progetta e costruisce stazioni di CNG di diverse tipologie (stazioni da metanodotto, figlie e industriali); impianti Oil & Gas upstream, midstream e di distribuzione; soluzioni per la produzione e distribuzione di biometano. La sua vasta gamma di prodotti include compressori, erogatori, essiccatori, sistemi di stoccaggio e cabine di misura e riduzione. Attiva da quasi 40 anni, vanta più di 3.000 compressori installati nel mondo. I principali servizi forniti sono l’installazione e l’avviamento di stazioni CNG, i corsi di manutenzione degli impianti, la fornitura di parti di ricambio, l’help desk, l’aggiornamento degli impianti, il telecontrollo e la diagnostica remota.

Tra le aziende che hanno già aderito ci sono Adv Spazio, Agla Elettronica, Alkom Autocisterne, AmSpec Italia, Archigia, Assytech, Brin Company, CashPos, Centro Stampa e Media, Co.Me.Ca., Cubogas, Elaflex Italia, Emme Informatica, Emme Retail, Endelbyte, Fortech, Gruppo Gavio con G&A, iOne Solutions, OMT e PCA, Ham Italia, I Bilanciai, Icad Sistemi, IMA Servizi, Intrapresa, Isoil Impianti, Maser, Metalscreen, Motorsistem, MyLiteLed, Normec, Piusi, Rivista Italiana Petrolio, Sacim, Sapio, Schermolux Illuminotecnica, Serbatoi Cemin Eurotank, Sialtech (Società Italiana Additivi Lubrificanti & Technology), Silea Liquid Transfer, Sol, Tecnocryo, Tecnogas, Transadriatico, Union Gas Metano, Vanzetti Engineering, Visual e Walter Tosto di cui abbiamo parlato nei precedenti articoli (vedi tutti).

In vista della rassegna, la prima fisica organizzata nel quartiere espositivo di Veronafiere dopo il periodo di lockdown imposto dall’epidemia di coronavirus, sono state rafforzate le procedure di prevenzione: gli ingressi, i padiglioni e le aree esterne, infatti, sono stati ridisegnati alla luce del nuovo protocollo “Safebusiness”, concordato e validato da istituzioni, autorità sanitarie e dall’Associazione esposizioni e fiere italiane (Aefi).