Oil&nonoil: innovare per cambiare e crescere

  ARTICOLI, Intervista

Mancano meno di cinquanta giorni all’apertura della quattordicesima edizione di Oil&nonoil, (Roma, Palazzo dei Congressi, 23-24 ottobre). Interessanti novità proposte dalle aziende e un ricco programma di convegni e seminari attendono gli operatori. Il dibattito e i temi che toccano il presente e il futuro degli imprenditori al centro delle conferenze e dei dibattiti.

Aperte le registrazioni on line per gli operatori.

 

Il 23 ottobre si apriranno agli operatori le porte del Palazzo dei Congressi di Roma all’EUR, per la quattordicesima edizione di Oil&nonoil Stoccaggio & trasporto Carburanti. Questa edizione, la quarta a svolgersi nel cuore dell’oil district italiano, si conferma punto di riferimento della distribuzione dei carburanti, del non oil, dello stoccaggio e trasporto carburanti e del lavaggio per retisti, compagnie e istituzioni che operano nella filiera del downstream italiano.

A poco più di un mese dall’avvio della manifestazione fervono le attività di preparazione dell’evento da parte degli espositori e dell’organizzazione. La campagna di adesioni 2019 ha registrato fin da subito una risposta decisa e dinamica da parte del settore. Già all’inizio dell’estate oltre l’80% dello spazio espositivo era già assegnato a più 70 aziende, con un aumento medio delle superfici (+3% vs terza edizione del 2017). Al fianco degli immancabili marchi rappresentativi del segmento Oil e stoccaggio carburanti quest’anno aumenta la presenza di società attive nel segmento del Gas Naturale Liquefatto (stazioni, tecnologie e distribuzione), in costante crescita. Buona è anche la risposta partecipativa del comparto del lavaggio. Ulteriore elemento di novità per gli operatori sarà la possibilità di visitare l’area espositiva esterna di piazzale Kennedy, vetrina di prodotti e servizi per gli espositori (dalle cisterne al lavaggio).

Il programma dei convegni a Roma si aprirà il 23 ottobre con un convegno sull’Anagrafe Digitale della Rete, a cura di Oil&nonoil e in collaborazione con Unione Petrolifera ed AssoPetroli. Nel corso della mattinata è previsto un confronto, curato da Quotidiano Energia sul valore dei Big Data e dell’evoluzione digitale nella rete di distribuzione dei carburanti. Fra i temi del pomeriggio del primo giorno centrale il convegno sul GNL, realizzato grazie alla collaborazione con Assogasliquidi e alla presenza di rappresentanti del MISE, del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e di aziende del settore energia e trasporti.

Una novità caratterizzerà il pomeriggio della giornata inaugurale: associazioni ed aziende leader si interrogheranno sulla Stazione di Servizio del Futuro, provando a definire, interagendo con il pubblico in sala la struttura, i modelli di business e le applicazioni tecnologiche per il piazzale di domani.

La prima giornata della manifestazione ospiterà anche una tappa del Dronitaly Roadshow, presentando una tavola rotonda in cui aziende del mercato unmanned attive nel segmento dei droni professionali, saranno invitate a condividere con gli operatori di settore esperienze, risultati e vantaggi nell’uso degli strumenti a pilotaggio remoto nell’Oil & Gas.

Giovedì  24 ottobre il programma dei convegni aprirà facendo il punto sul tema dell’illegalità, in collaborazione con Unione Petrolifera ed AssoPetroli. A seguire, in giornata, Oil&nonoil ripropone il tradizionale appuntamento con la presentazione dei risultati dell’indagine indipendente, la seconda, svolta sulle attitudini di retisti e compagnie nell’attuale fase di transizione della rete. Il dibattito sui temi aperti in mattinata proseguirà nel pomeriggio con una tavola rotonda in cui la parola passerà a rappresentanti di retisti, compagnie e gestori per offrire al pubblico una vivida fotografia dei diversi approcci al business ai tempi della razionalizzazione e della trasformazione della rete italiana.

Ancora, nel corso della mattinata, in collaborazione con il Consorzio Italiano Biogas si discuterà della filiera del Biometano, eccellenza tutta italiana, delle sue potenzialità, dei traguardi raggiunti e delle sfide/opportunità reali per gli imprenditori e per il Paese, verso una mobilità sostenibile.

Nella mattina del secondo giorno un convegno sarà dedicato al tema delle bonifiche ambientali: in una fase storica in cui la sensibilità ai temi della sostenibilità e della tutela ambientale è ampiamente riconosciuta e condivisa, Unione Petrolifera, ISPRA, esperti legali e rappresentanti del Ministero dell’Ambiente offriranno un aggiornamento puntuale sui più recenti provvedimenti e sulle procedure di attuazione degli interventi. Un momento di aggiornamento imprescindibile per gli imprenditori che vogliono vivere la transizione e la compatibilità ambientale da protagonisti.

A completare l’offerta formativa e informativa durante la due giorni di manifestazione si prevedono numerosi e qualificati workshop offerti dalle aziende espositrici. Interverranno, fra tutte, Fortech, Intrapresa, HAM Italia, Liqal, Mares, 1AML, Edison Energia, Archigia, presentando esperienze, servizi e soluzioni agli operatori della rete.

Oil&nonoil si conferma, per la sua equilibrata miscela di innovazione tecnica, di confronto tra soluzioni ed esperienze e di occasioni di dialogo, quale appuntamento unico ed esclusivo destinato alle società petrolifere verticalmente integrate e ai retisti che intendono rafforzare il loro ruolo crescente nel modernizzare la distribuzione dei carburanti, delle energie e dei servizi per la mobilità in Italia. A breve renderemo disponibile il calendario e il programma dettagliato della manifestazione su www.oilnonoil.it: avete impegni per il 23 e 24 ottobre? Certo, Oilnonoil 2019 a Roma. Vi aspettiamo!