OIL & NON OIL Verona 2018

La tredicesima edizione di Oil&nonoil-S&TC si svolgerà in un periodo in cui saranno possibili le prime valutazioni sugli effetti delle iniziative legislative e commerciali che stanno cambiando la rete. Sempre più rilevanti le scelte strategiche di grandi e piccoli retisti. Veronafiere punta a un evento di valore internazionale. Convegni, seminari e workshop per approfondire l’analisi dei temi al centro dell’interesse degli operatori. 

E’ in programma dal 9 all’11 ottobre di quest’anno a Veronafiere la tredicesima edizione di Oil&nonoil –Stoccaggio &Trasporto Carburanti, unico appuntamento nazionale per tutti gli operatori della filiera dei carburanti liquidi e gassosi.
L’area di interesse commerciale della fiera è, però, più ampia, poiché di anno in anno, seguendo e interpretando l’evoluzione del settore, Oil&nonoil ha fissato l’attenzione sulle energie per la mobilità e i servizi per l’automobilista.
«Dal 2012, abbiamo scelto di rafforzare l’asset delle nostre manifestazioni dedicate all’automotive e alla logistica – spiega Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere S.p.a. –, presidiando con Oil&nonOil un comparto strategico come quello dei carburanti (fossili e non) e delle stazioni di servizio. È un settore caratterizzato da una profonda riorganizzazione e proprio in quest’ottica la rassegna si pone come evento business ma in grado anche di affrontare questa evoluzione e tutti i temi importanti connessi all’energia e all’innovazione tecnologica, alla mobilità delle persone e delle merci, ai loro effetti sulla produzione, sull’ambiente e sulle comunità».


La manifestazione specchio del cambiamento
Il 2018 sarà un anno di radicali cambiamenti per tutto settore e ad ottobre si potranno tracciare i primi bilanci degli effetti sulla rete delle riforme, degli interventi legislativi e dei cambiamenti di protagonisti sulla scena del mercato italiano dei carburanti e delle energie per la mobilità.
Nel corso dell’anno osserveremo cambiare il volto del settore, sempre più modellato dalla visione strategica e dalle scelte dei retisti grandi e piccoli, da AG Group fino ai proprietari di pochi impianti.
Assisteremo a un giro di vite sull’illegalità grazie al provvedimento di contrasto alle frodi nella distribuzione? Quale configurazione assumerà la rete sotto l’effetto della legge concorrenza che condurrà alla chiusura degli impianti incompatibili? L’installazione di punti di erogazione GNL e di ricarica elettrica rispetterà gli obiettivi programmati dalla Dafi? Quale vento di innovazione porteranno nel non oil i nuovi protagonisti che hanno sostituito Esso e Total-Erg nella distribuzione? Quali scelte organizzative adotteranno gli indipendenti e quanto crescerà il loro peso nel mercato? Queste temi e queste domande saranno il “carburante” di Oil&nonoil 2018 dove il confronto su analisi, bilanci e prospettive si intreccerà con le proposte tecnico commerciali per il rinnovamento strutturale delle stazioni di servizio.

Filiera del lavaggio
La filiera industriale dell’autolavaggio (impianti, prodotti chimici, attrezzature complementari, spazzole, depurazione…), dopo anni di difficoltà, sta vivendo un periodo di vivace ripresa, Oil&nonoil si propone di essere un momento di verifica e di rilancio per produttori e operatori.

Convegni, seminari e workshop
Format che vince non si cambia: l’organizzazione dei convegni ricalcherà quella delle precedenti edizioni.
I temi saranno dettati dall’attualità e dai suggerimenti delle associazioni più rappresentative, delle aziende espositrici, dei patrocinatori e dei media partner.

SPONSOR DIAMOND

SPONSOR PLATINUM

SPONSOR GOLD

SPONSOR SILVER

SPONSOR SILVER

SPONSOR SILVER

segreteria organizzativa

organized by