La 12esima edizione della manifestazione, svoltasi a Roma l’11 e 12 ottobre scorso, dopo il tutto esaurito degli spazi espositivi, ha fatto registrare la crescita a due cifre dei visitatori (+17%) e dei partecipanti ai convegni (15%). Forte presenza di piccoli e grandi retisti. Nel corso della giornata conclusiva assegnati gli Oscar 2017 dell’Autolavaggista.

L’edizione 2017 di Oil&nonoil conferma e consolida il ruolo guida della fiera per la filiera italiana di distribuzione carburanti e dei servizi per la mobilità. La manifestazione organizzata da Veronafiere ha chiuso la due giorni al Palazzo dei congressi di Roma (11-12 ottobre) con numeri in crescita sulla precedente edizione, registrando la presenza di 2.700 operatori specializzati (+17%) e 1.030 partecipanti (+15%) ai 21 convegni e seminari in programma.

In tutto 104 le aziende espositrici, rappresentative delle ultime novità in ogni segmento del settore. Nel corso della rassegna le imprese hanno potuto incontrare responsabili delle compagnie petrolifere, retisti, Gdo, extraretisti, gestori, lavaggisti, progettisti, fleet manager e tecnici interessati alle soluzioni per le bonifiche.

Gli operatori provenivano da tutta Italia. Il 51% rappresentava le regioni centrali, il 21% quelle del Sud, il 20% quelle del Nord e l’8% le Isole, a conferma che è nazionale l’attenzione alla rete e al suo rinnovamento. Non sono mancati (2%)operatori esteri provenienti in particolare da Spagna, Tunisia, Malta.

A conferma della qualità e della capacità decisionale degli operatori entrati a Oil&nonoil, è da segnalare che quasi il 24% dei visitatori ha dichiarato di essere proprietario di stazioni di servizio e un altro 6% di essere attivo nel mercato extrarete.

Oltre all’aspetto business, la 12ª edizione di Oil&nonoil è stata momento di formazione, soffermandosi sull’analisi dell’evoluzione in atto nel mondo dei carburanti italiano, attraverso i numerosi workshop realizzati in collaborazione con istituzioni, associazioni, università e le stesse aziende. Tra gli argomenti finiti sotto la lente, la razionalizzazione dei 20mila impianti di distribuzione sul territorio nazionale, la comparsa di nuovi soggetti imprenditoriali nella rete, il contrasto ai fenomeni illegali, l’attenzione a carburanti alternativi e alla mobilità sostenibile.

I risultati di questa edizione – commenta Diego Valsecchi, direttore commerciale di Veronafiere confermano la manifestazione quale polo di riferimento per il mercato dell’oil district italiano e momento di incontro e confronto per tutti i piccoli e grandi retisti. Come Veronafiere continueremo a investire sullo sviluppo di questo prodotto. Per il 2018 stiamo valutando una diversa calendarizzazione più favorevole, così come nuove partnership, sempre con l’obiettivo di essere vicini ad aziende e associazioni, affrontando insieme tematiche centrali per la crescita del settore”.  

Nel corso della giornata conclusiva di Oil&nonOil sono stati assegnati anche gli Oscar 2017 dell’Autolavaggista. Alla presenza dei vertici nazionali di Assolavaggisti e Confesercenti, il presidente dei Lavaggisti Italiani Giuseppe Sperduto ha consegnato le targhe degli Oscar. Per le Start Up il premio è andato a Princi Carburanti di Princi Nicola & Marco Snc, per l’Imprenditoria Femminile a Carburanti Vrenna Srl e per il Marketing Strategico a Aquashine Srls. Il premio Oscar alla Carriera è stato assegnato, invece, a Fratelli Piacquadio di Nicola Piacquadio & C. Snc.