Oggi seconda giornata del salone Oil&nonOil a Veronafiere

  FIERA, Oil&nonOil Verona 2020

Al via oggi la seconda giornata del salone Oil&nonOil a Veronafiere. Gli operatori del settore si confronteranno in particolare su Green New Deal, ruolo del gas naturale liquefatto, lotta all’illegalità, idrogeno per i trasporti

Prosegue con la seconda giornata di esposizione e convegni la 15^ edizione di Oil&nonOil – Energie, Carburanti & Servizi per la Mobilità, che fino al 23 ottobre vedrà impegnati a Veronafiere aziende, associazioni di categoria, istituzioni ed esperti in un dibattito sul futuro del settore.

Ieri gli operatori del settore si sono confrontati su razionalizzazione della rete di distribuzione dei carburanti, sostenibilità ambientale e l’impiego delle nuove tecnologie per mantenere legalità e qualità dei prodotti.
Nella giornata odierna sarà invece dato ampio spazio alla transizione energetica e alle sfide del settore petrolifero ed energetico con i convegni alla luce del percorso avviato dall’Europa: “Green New Deal ed effetti sulla logistica e la distribuzione carburanti” a cura di Assopetroli-Assoenergia e Assocostieri. La giornata proseguirà con i convegni incentrati su “Problematiche aperte nel settore petrolifero ed energetico”, curato dello Studio legale Sorrentino Pasca Toma, e “Invio telematico dei corrispettivi e dei registri di carico e scarico”, organizzato da Fortech Srl. Altro tema centrale per la transizione energetica e il futuro del settore, sarà quello dedicato al gas naturale liquefatto (GNL) che verrà affrontato nel convegno “Responsabilità sociale, sostenibilità ambientale e sicurezza: il GNL per la ripartenza, guardando al futuro” a cura di Federchimica Assogasliquidi. La seconda giornata di Oil&nonOil vedrà anche un approfondimento sulla legalità con il convegno “Illegalità: il punto sulle frodi e i rischi per chi compra”. Infine la giornata si concluderà con i convegni “Smart working, come cambia la mobilità? Gli effetti sulla domanda di carburanti”, a cura di Quotidiano Energia, Gruppo Italia Energia Srl; “Idrogeno per i trasporti” organizzato da Mirumir Srl.

Nonostante le limitazioni dovute alla pandemia Covid-19, la fiera ha visto la partecipazione di 60 aziende espositrici rappresentative dei vari settori merceologici legati al mondo delle stazioni di servizio: carburanti convenzionali e alternativi, impianti di rifornimento, stoccaggio e trasporto, sistemi di gestione e tutti i servizi collegati. Il quartiere fieristico veronese, per la prima manifestazione allestita dopo il lockdown, ha lavorato a un modello integrato di fiera, con una parte espositiva in presenza e un programma convegnistico in diretta streaming che ha consentito ai partecipanti di discutere sui temi più importanti legati alla filiera dei carburanti.

La sicurezza sanitaria in fiera è garantita dal nuovo protocollo safebusiness di Veronafiere, validato dal Comitato tecnico-scientifico della Protezione civile, dalle autorità sanitarie e dall’Associazione esposizioni e fiere italiane (Aefi). L’organizzazione è in linea con l’ultimo Decreto del Presidente del Consiglio, il Dpcm del 18 ottobre, che ha confermato il via libera alle manifestazioni fieristiche di carattere nazionale e internazionale, ma limitato le attività congressuali alla modalità da remoto.