Oil&nonOil: le opportunità di business delle carte petrolifere

 In FIERA, Oil&nonOil Verona 2021

Sono sempre più diffuse le schede per la gestione di pagamenti e promozioni: nell’ambito del programma convegnistico dell’ultima edizione Fortech e Shell hanno condiviso le loro esperienze nell’offerta di questi servizi

L’impatto delle carte petrolifere sulle vendite nella rete carburanti e la partnership tra Fortech e Shell per l’accettazione della card Euroshell sono i due temi attorno ai quali si è sviluppato il convegno “Carte petrolifere private e internazionali: opportunità e business”, tenutosi a Veronafiere nella prima giornata della 16ma edizione di Oil&nonOil.

Il project manager di Fortech, Luca Banci, ha aperto i lavori, presentando i due servizi specifici per la gestione delle carte petrolifere offerti dalla compagnia: Cards 2.0 e Cards Gateway“Servizi che premettono di gestire tutti i clienti, gli automezzi e gli autisti di una propria rete”. Banci ha quindi illustrato le principali soluzioni di pagamento, che avvengono tramite carte petrolifere private, app di telefonia mobile, carte petrolifere internazionali o carte fedeltà, che “permettono al cliente di aderire a una campagna promozionale”.
Grazie alla piattaforma Cards 2.0, “è possibile generare e gestire le carte brandizzate del nostro cliente”, ha precisato il dirigente. Il portale consente la creazione di carte prepagate e post-pagate, la gestione di uno sconto personalizzato, la gestione dello sconto immediato all’erogatore, la visualizzazione del report in tempo reale, la fatturazione elettronica a fine mese e la gestione del netting, ovvero l’accettazione della carta su impianti terzi.
L’applicazione mobile “è lo strumento sul quale si stanno incentrando di più i nostri sviluppi. Fortech crea un’app che permette al cliente di essere agevolato nell’operazione di rifornimento e permette di sfruttare eventuali promozioni che possono essere facilmente comunicate sugli smartphone”, ha segnalato Banci. È possibile il pagamento dei rifornimenti direttamente da app, la realizzazione di un’app personalizzata, la ricarica del proprio credito direttamente da app, campagne promozionali dedicate, il riepilogo delle erogazioni e lo stato del credito o del debito, la rilevazione dei punti vendita del circuito grazie allo station finder”.

Banci ha successivamente descritto le carte fedeltà, che consentono la “gestione di sconti, promozioni personalizzabili e campagne punti”. Si è poi soffermato sul servizio Cards 2.0 Netting, che consente la gestione in completa autonomia dei flussi contabili generati da contratti sia tra gestore e retista, sia tra retista e fornitore di carte petrolifere.

Infine, ha parlato del servizio che Fortech ha generato per la gestione e l’accettazione delle carte petrolifere internazionali, ovvero Cards Gateway. “Le attrezzature di Fortech sono abilitate all’accettazione delle principali carte petrolifere internazionali”, ha sottolineato il project manager dell’azienda, spiegando che tali carte possono essere accettate sia in servito grazie all’Eft-Pos, sia in self-service grazie al terminale di piazzale. Cards Gatway “è un servizio cloud che genera un host-to-host verso i fornitori di carte internazionali, ovvero un contatto diretto”, ha chiarito.

Karl Orasch, Global fleet solutions licensee manager di Shell Card, è intervenuto sull’accettazione delle carte Shell tramite Fortech: “Ci siamo focalizzati su tre punti: sicurezza, velocità e costi”. La società ha applicato gli standard di sicurezza richiesti da Shell sui propri terminali di pagamento. Fortech ha adeguato i propri software a leggere i nostri chip”, ha specificato. In termini di velocità, Fortech rende disponibile ai propri clienti una soluzione plug & play per l’accettazione delle carte Shell su tutti i Pos Fortech. “Il costo per accettare le carte Shell sono molto più bassi rispetto a quelli necessari passando direttamente tramite Shell, ha concluso Orasch.