Iscrizioni Oil&nonOil Verona 2020, cresce la partecipazione

  FIERA, Oil&nonOil Verona 2020

Brin Company, Emme Informatica, Fortech, Isoil Impianti, Maser e Sapio tra le aziende che hanno scommesso su Oil&nonOil. C’è ancora tempo fino al 31 luglio per iscriversi a tariffe agevolate

Proseguono le iscrizioni all’edizione 2020 di Oil&nonOil, la quindicesima, in programma nel quartiere espositivo di Veronafiere dal 21 al 23 ottobre.

Tra le aziende che si sono aggiunte c’è la milanese Brin Company, il cui fulcro è il Fuel Cash Service, un sistema per l’accreditamento immediato del denaro contante che si installa all’interno delle colonnine Self24 senza richiedere modifiche strutturali. L’azienda offre anche una serie di soluzioni “cash in” per tutte quelle attività che si caratterizzano per il conferimento di denaro e necessitano di una gestione sicura e certificata. A ciò si aggiungono servizi di videosorveglianza. Brin collabora con una serie di partner e svolge un ruolo di collegamento tra gruppi tecnologici, finanziari e assicurativi e realtà commerciali.

Riconferma la propria partecipazione a Oil&nonOil Emme Informatica. L’azienda padovana, fondata nel 2001, sviluppa, fornisce, installa e aggiorna una vasta gamma di prodotti software, offrendo soluzioni diversificate per i gestori di piccoli impianti, i retisti, i depositi di carburante e le società petrolifere. Ai prodotti si aggiungono i servizi di assistenza, formazione, raccolta di dati dai sistemi di automazione e scambio di dati con piattaforme di consultazione, gestione e conservazione di documenti.

Tra le conferme c’è anche Fortech, nata nel 2006 e diventata in breve tempo leader in Italia per la fornitura di servizi di gestione, manutenzione e assistenza degli impianti di distribuzione di carburanti. L’azienda di Rimini presenterà le sue soluzioni mirate per i gestori singoli, i retisti e le grandi compagnie petrolifere e i suoi prodotti: terminali di pagamento esterni, dispositivi smart Pos, starter lavaggi, kit per gettoni virtuali, totem interattivi. Un’offerta interamente orientata alla trasformazione della stazione di servizio in “smart station”: un impianto gestibile a distanza, che non si ferma mai, con costi ridotti, che sia sicuro, affidabile, performante e di facile fruizione per il cliente.

Ha deciso di partecipare a Oil&nonOil anche Isoil Impianti, specialista in strumentazione e software per la gestione dei prodotti petroliferi, con una storia che data dal 1958. Dal suo stabilimento di Albano Sant’Alessandro (Bergamo) esce un’ampia gamma di prodotti: misuratori volumetrici, valvole, filtri e degasatori, software di supervisione, testate elettroniche, apparecchiature per automazione di baie di carico e terminali, sistemi di messa a terra, apparecchiature di additivazione, strumenti e servizi di taratura, accessori come stampanti, emettitori di impulsi, display e moduli di protezione da sovratensione.

Tra i nomi che negli ultimi giorni si sono aggiunti all’elenco dei partecipanti c’è Maser, realtà di Castel San Pietro Terme (Bologna) con esperienza più che trentennale nell’automazione per il settore dei carburanti. Tra i suoi prodotti ci sono terminali di pagamento self service e di gestione cambio e resto, unità di gestione automatica delle transazioni e degli allarmi, sistemi di gestione della rete, delle stazioni di servizio, del livello nei serbatoi, dei prodotti non oil, delle carte fedeltà. Maser, inoltre, è rivenditore esclusivo per l’Italia e Malta dei distributori giapponesi Tatsuno e offre servizi di supporto Sla (Service level agreement) e di costruzione e ingegneria professionale.

Sapio, gruppo fondato a Monza nel 1922, produce, sviluppa e commercializza gas, tecnologie e servizi integrati che trovano applicazione in diversi settori industriali e nella sanità. Per quanto riguarda il settore energia, ha un’unità dedicata allo sviluppo delle fonti energetiche pulite e rinnovabili e della mobilità sostenibile. Idrogeno e biometano sono i due ambiti di specializzazione. Sapio ha un’esperienza ormai ventennale nelle applicazioni dell’idrogeno come vettore energetico e fornisce idrogeno gassoso insieme a un ampio portafoglio di soluzioni per le infrastrutture di rifornimento. Inoltre, offre le competenze necessarie lungo tutta la filiera del biometano avanzato, dalla produzione all’immissione sul mercato, rivolgendosi alle aziende agricole, alle stazioni di servizio e alle società di logistica.

Si sono già precedentemente iscritti, tra gli altri, Agla Elettronica, AmSpec Italia, Archigia, Elaflex Italia, Icad Sistemi, Tecnocryo, Tecnogas, Vanzetti Engineering di cui abbiamo parlato qui.

Le iscrizioni a Oil&nonOil si chiuderanno il 10 settembre 2020 e fino al 31 luglio si potrà beneficiare delle tariffe agevolate.

Scopri come partecipare!