Ecobonus auto, altri cento milioni di euro per gli incentivi

  Carburanti, Innovazione tecnologica, Mobilità sostenibile, NEWS & INTERVISTE

Il fondo è stato rifinanziato e la maggior parte delle risorse, 65 milioni, sarà destinata a incoraggiare l’acquisto di vetture elettriche e ibride plug-in

Il fondo Ecobonus per acquistare veicoli a basse emissioni è stato rifinanziato con cento milioni di euro per il 2021. In una nota del ministero dello Sviluppo economico, si legge che la misura è stata inserita nel decreto fiscale approvato dal Consiglio dei ministri, su proposta del ministro Giancarlo Giorgetti.

In particolare, 65 milioni saranno destinati all’incentivo dell’acquisto dei veicoli di categoria M1 compresi nella fascia di emissione 0-60 grammi per chilometro di anidride carbonica, ovvero le autovetture elettriche e le ibride plug-in. Per i mezzi della stessa categoria che appartengono alla fascia di emissione 61-135 grammi per chilometro di anidride carbonica – nei quali rientrano mild hybrid, full hybrid ed endotermici tradizionali – sono stati stanziati dieci milioni di euro.

Ai veicoli usati della categoria M1 con emissioni comprese tra 0 e 160 grammi per chilometro di anidride carbonica, sono stati assegnati cinque milioni di euro. I restanti 20 milioni di euro sono indirizzati all’acquisto di mezzi commerciali di categoria M1 o N1 speciali, di cui 15 milioni di euro sono riservati all’acquisto di veicoli totalmente elettrici. Le cifre risultano inferiori rispetto ai 300 milioni di euro previsti dalle prime bozze del decreto.

Il rifinanziamento avviene in un momento di grande necessità per il settore automobilistico. I fondi stanziati in precedenza per le auto elettriche e ibride plug-in, a partire dalla Legge di bilancio 2019, sono terminati il 27 agosto. Lo scorso 3 settembre, il governo ha spostato i 57 milioni dell’extra bonus sull’Ecobonus – riducendo l’incentivo totale di 2.000 euro con la rottamazione e di 1.000 euro senza rottamazione – che si sono esauriti il 24 settembre. Più favorevole la situazione per le altre tipologie di vetture, che hanno ancora disponibili le dotazioni precedenti.