Continuiamo la pubblicazione delle sintesi di convegni inseriti nel programma “Formazione e informazione” che si svolgerà durante i tre giorni di Oil&nonoil (Veronafiere, 9-11 ottobre). Le sintesi che seguono riguardano il workshop della WashTec, il Biometano, il GNL e il Contratto di Commissione.

 

E’ sempre rilevante il contributo delle associazioni e delle aziende nella proposta dei temi.

Gli appuntamenti del programma mirano ad approfondire norme, metodi organizzativi, nuovi business, salvaguardia di vecchie attività, ma soprattutto rispondono agli interrogativi e cercano di fornire strumenti adatti proiettare l’attività nel futuro, cercando di stabilire i cambiamenti necessari e urgenti.

Il programma completo degli appuntamenti è pubblicato sul sito.

 

Martedì 9 ottobre

Sala Puccini – Centro Servizi Arena al primo piano fra i padiglioni 6 e 7

Dalle 14.30 alle 16.30

Biometano- Aspetti fiscali e procedurali per l’utilizzo nei trasporti

A cura di Assogasmetano – Cib – Studio Sorrentino-Pasca-Toma

Nel convegno verranno illustrate le opportunità per l’utilizzo del biometano nei trasporti alla luce del decreto biometano. Nello specifico, verranno affrontati gli aspetti contrattuali che regolano i rapporti fra produttore e venditore, gli aspetti fiscali per la produzione e il trasporto del biometano entrando nel dettaglio di situazioni puntuali che i produttori possono incontrare. Quale soggetto giuridico può distribuire il carburante? Quale tassazione per il biometano e per l’anidride carbonica? Come si calcolano le accise sul biometano? Il biometano e la CO2 in uscita dall’impianto di biometano agricolo sono prodotti agricoli?

Per preregistrarti a questo convegno scrivi a stefano.re@mirumir.it

 

Mercoledì 10 ottobre

Sala Rossa – Padiglione 6

Dalle 10.00 alle 13.00

Il GNL tra innovazione e sviluppo

A cura di Assogasliquidi

La filiera del GNL è in grande espansione e garantisce un rapido e armonico sviluppo del mercato, in piena sicurezza. Le fasi e le componenti sono varie e con propri elementi costitutivi e garantiscono un quadro complessivo ordinato e in grado di valorizzare le acquisizioni tecnologiche e le opportunità offerte dal mercato. Il convegno vuole fare il punto sullo stato e sulle novità dei diversi segmenti di business e su come queste innovazioni si sommano a vantaggio degli utilizzatori. L’excursus si pone l’obiettivo di approfondire, con taglio pragmatico, i temi che vanno dalla progettazione delle singole componenti alla costruzione delle stazioni, dal trasporto all’assistenza, dai nuovi processi di liquefazione alla valutazione delle potenzialità di vendita, dalla gestione dell’investimento alle offerte di mezzi. I dati e le informazioni fornite concorreranno a interpretare meglio gli sviluppi del mercato e a individuare con più chiarezza i protagonisti che lo animeranno.

 

Mercoledì 10 ottobre

Sala Blu – Padiglione 6

Dalle 9.30 alle 11.00

Nuove tipologie di contratto nelle gestioni della rete carburanti

A cura di Faib, Fegica e Figisc

Alternativo al contratto di affidamento gratuito retto da un contratto di fornitura in esclusiva, il contratto di commissione, unico tipizzato tra le nuove tipologie previste dalla legge, concordato tra l’Unione Petrolifera e le associazioni dei gestori segna un cambiamento di grande rilevanza e introduce flessibilità nel sistema.

Dopo l’accordo di alcuni anni fa con Assopetroli, nel nuovo contratto, più articolato del precedente, si definisce un modello nuovo più puntuale e moderno che prevede accordi di secondo livello tra associazioni dei gestori e compagnie. Il contratto di commissione come tipizzato tra le parti apre possibilità di gestione bilaterale in materia di formazione e di adempimenti previsti dalle norme ambientali e di tutela della salute.

In una fase storica delicata in cui i gestori hanno mancanza di liquidità, va considerato positivamente il fatto che il contratto di commissione li sgrava dei costi delle fidejussioni e del pagamento della merce oltre che di una serie di adempimenti che faranno riferimento esclusivo al committente.

 

Mercoledì 10 ottobre

Sala Verde – Padiglione 6

Dalle 15.30 alle 17.30

EasyCarWash: la rivoluzione digitale del business dell’autolavaggio

A cura di WashTec

La presentazione di EasyCarWash mira a indicare ai lavaggisti la via per fidelizzare i clienti e aumentare gli incassi. Si parte dalla considerazione che finora l’attività di lavaggio è fortemente influenzata dal tempo, dalla stagione e dal giorno della settimana in cui ci si trova. Con il concept EasyCarWash, invece, i clienti utilizzano l’autolavaggio indipendentemente da questi fattori, visto che per una quota mensile fissa potranno effettuare tutti i lavaggi che desiderano. In questo modo i clienti che aderiscono alla formula “lavaggi illimitati” spenderanno in media il doppio per l’autolavaggio rispetto a prima, e i gestori vedono lievitare gli utili del 20% e oltre. La maggiore frequenza di lavaggio ha anche un effetto positivo su altri servizi offerti dal gestore, aumentando la frequenza delle visite del cliente al centro di lavaggio. Grazie alla grande comodità EasyCarWash significa per i gestori clienti fidelizzati e quindi la garanzia di un successo futuro. Si tratta del modo più semplice di lavare l’auto. Il cliente arriva all’impianto di lavaggio a portale, una telecamera installata all’ingresso scansiona il numero di targa, l’auto entra nell’impianto di lavaggio e, attraverso l’app EasyCarWash, avvia il programma di lavaggio. Inoltre attraverso il sito web dell’app i gestori avranno accesso ad un’area riservata dalla quale consultare tutti i dati più importanti relativi alla loro attività, come l’utilizzo della macchina, il fatturato del mese o i lavaggi del giorno.