Assocostieri supera il traguardo dei cento associati

  Carburanti, Innovazione tecnologica, Mobilità sostenibile, NEWS & INTERVISTE

L’associazione della logistica dell’energia segna un risultato importante in un anno particolarmente difficile. Semplificazione, liquidità e transizione energetica al centro del suo impegno

 

Intervista a MARIKA VENTURI, presidente di Assocostieri

 

Assocostieri, associazione di categoria aderente a Confcommercio che rappresenta la logistica energetica indipendente, ha superato la quota dei cento associati quest’anno, un traguardo tanto più significativo in un anno segnato dall’emergenza coronavirus. Il dato è emerso dall’ultima assemblea annuale, tenutasi a luglio in videoconferenza. La presidente, Marika Venturi, ha parlato di un “traguardo storico”, precisando che “alla quasi totalità delle infrastrutture del GNL, si sono unite aziende nazionali e internazionali operanti nel settore della logistica petrolifera, del GPL, dello stoccaggio e della distribuzione indipendente, dell’armamento delle navi dedite al rifornimento e al bunkeraggio marino”.

Nel corso dell’assemblea, il direttivo e gli associati hanno fatto il punto sulla situazione, sull’impatto della crisi sul settore energia, sulle iniziative prese dall’associazione e sulle prospettive. Gli sforzi sono stati concentrati sulla semplificazione amministrativa, in particolare in tema di informazioni da fornire agli enti, e sulla liquidità. È stato sottoscritto un accordo con la Banca del Fucino che ha permesso di mettere a disposizione degli associati una linea di credito diretta.

Inoltre, come ha riferito il direttore generale, Dario Soria, Assocostieri ha promosso, insieme ad Assopetroli Assoenergia, la costituzione del Consorzio Nazionale Riduzione GHG, che nasce con lo scopo di ottemperare congiuntamente all’obbligo di riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra per i fornitori di combustibili ed elettricità per i trasporti. Infine, è stato recentemente siglato un accordo con l’Università Luiss Guido Carli di Roma “per sviluppare attività congiunte e favorire il placement, nelle aziende associate, di giovani talenti accuratamente formati”.

Riguardo al futuro Marika Venturi ha sottolineato che Assocostieri, con la sua esperienza di oltre 35 anni come garante del libero mercato dei prodotti energetici, è al centro di un processo di transizione energetica volto ad affrontare, nell’ottica degli obiettivi del Green Deal europeo, le sfide dei prossimi decenni e che GPL, GNL, biocarburanti e biometano rivestono un ruolo imprescindibile in questo contesto. Per il GPL, che ha rappresentato circa il 5% dei consumi petroliferi nazionali nel 2019, l’associazione auspica il mantenimento della parità di trattamento di tale prodotto con gli altri combustibili alternativi previsti dalla Direttiva europea sui combustibili alternativi (Dafi).

In tema di GNL, Assocostieri guarda con favore all’ottimizzazione dell’utilizzo dei terminali di rigassificazione esistenti, al fine di aumentare la flessibilità e la diversificazione delle fonti di approvvigionamento, oltre che di migliorare la sicurezza del sistema gas con un conseguente effetto positivo sul riallineamento dei prezzi rispetto al resto d’Europa. Quanto al potenziale del GNL nel settore del trasporto marittimo e pesante, per l’associazione sarebbe importante garantire l’esenzione da accisa del bunkeraggio a mezzo GNL e GPL. Relativamente a biocarburanti e biometano, Assocostieri sostiene la valorizzazione del loro ruolo nella strategia italiana di decarbonizzazione.