Approfondiamo i convegni di Oil&nonoil: La piaga dell’illegalità, Carburanti e valore dei big data, il Biometano liquefatto, La battaglia in atto contro il metano per i trasporti

  ARTICOLI

Prosegue la pubblicazione estesa delle sintesi di convegni e tavole rotonde organizzate da Oil&nonoil in collaborazione con associazioni patrocinanti, sponsor ed aziende del settore previsti durante i due giorni di a Roma, il 23 e 24 ottobre prossimi.

Prosegue la pubblicazione degli abstract dei convegni e dei seminari in programma nei due giorni di Oil&nonoil – a Roma – Palazzo dei Congressi, il 23 e 24 Ottobre prossimi.

Nei convegni presentati in questa uscita si affronteranno temi cruciali per la trasformazione della rete di distribuzione carburanti in Italia, dalla piaga dell’illegalità e l’abusivismo contrattuale, al valore dei big data nella distribuzione dei carburanti, alla biometano liquefatto per i trasporti, alla battaglia in atto conto il metano per i trasporti.

 

LA PIAGA DELL’ILLEGALITÀ, LA FERITA DELL’ABUSIVISMO CONTRATTUALE

A cura di Faib

Mercoledì 23 ottobre 2019 – Sala Funi – dalle 11.00 alle ore 12.30

La piaga dell’illegalità nel settore della distribuzione carburanti è da tempo al centro di analisi, ricerche, denunce, interrogazioni parlamentari, articoli; allo stesso tempo cresce la consapevolezza che l’abusivismo contrattuale è una delle facce del fenomeno. Una valutazione precisa o comunque vicina alla realtà delle attività illegali nel settore non è facile, le cifre fornite fanno registrare ampie oscillazioni, ma è opinione comune che venga sottratto all’erario almeno il 10% del gettito complessivo, nonostante l’impegno degli organi di controllo e gli effetti della fatturazione elettronica.

Il convegno intende analizzare attentamente il quadro complessivo e le sue componenti, perché solo conoscendone le caratteristiche e la reale entità si può adottare una strategia di contrasto.

Un primo elemento di riflessione evidenzia che, nonostante il decremento dei volumi della vendita dei carburanti, si registra comunque un innalzamento del gettito, per effetto della crescita dei prezzi.

Occorre cominciare a indagare il fenomeno della crescita dell’evasione iva coincidente con quella del numero dei depositi, da una parte, e dei marchi sul territorio, dall’altra. Va poi considerato che parallelamente a questi processi cresce l’abusivismo contrattuale.

Scandagliare l’insieme degli elementi convergenti significa, per la filiera e le istituzioni, acquisire gli elementi fondanti per l’elaborazione di proposte finalizzate al contrasto, e per le forze addette ai controlli e alla repressione circoscrivere abbastanza il campo delle verifiche da finalizzare alla lotta all’illegalità. Illegalità è anche l’abusivismo contrattuale e la corrispondente evasione contributiva di qualche centinaio di milioni di euro.

Modera:

  • Massimiliano Di Pace – collaboratore Repubblica – Affari e Finanza

Intervengono:

  • Martino Landi, Presidente Faib
  • Alessandro Proietti, Presidente Assoindipendenti
  • Emilio Viafora, Presidente Federconsumatori
  • Vincenzo Miceli, Confesercenti nazionale
  • Massimiliano De Toma – Membro X Commissione Camera dei Deputati
  • Sara Moretto – Membro X Commissione Camera dei Deputati
  • On Alessio Villarosa Sottosegretario Mef*

*In attesa di conferma

 

CARBURANTI E VALORE DEI BIG DATA, NUOVI SCENARI DELL’EVOLUZIONE DIGITALE PER GLI AUTOMOBILISTI E LA RETE DISTRIBUTIVA

A cura di Quotidiano Energia

Mercoledì 23 ottobre 2019 – Sala Colibrì – dalle 11.30 alle ore 13.30

Società e mercati cambiano anche nel processo di acquisto dei carburanti. Le nuove tecnologie digitali rivoluzionano non solo la gestione e il controllo delle aziende, ma guidano le scelte dei consumatori. Un approfondimento necessario per conoscere i profili giuridici, i limiti e le opportunità offerte dall’utilizzo massivo dei dati, dalle nuove tipologie pagamento e di contratto di acquisto e condividere insieme l’agenda digitale del settore.

Modera:

  • Romina Maurizi – Direttore Quotidiano Energia

Intervengono:

  • Roberto Degl’Innocenti- Collaboratore di Quotidiano Energia e A.D. Oil&Energy Consulting srl.
  • Guido Scorza – Avvocato, Senior Partner E-Lex, Responsabile degli affari regolamentari italiani e europei del Team per la trasformazione digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Presidente dell’Istituto per le politiche dell’innovazione.
  • Massimo Banci- Direttore Commerciale Fortech srl.

 

IL BIOMETANO LIQUEFATTO: CARBURANTE INNOVATIVO PER IL SETTORE TRASPORTI

Con la collaborazione di CIB – Consorzio Italiano Biogas

Giovedi 24 ottobre 2019 – Sala Canevari – dalle 10.00 alle ore 12.00

Il gas rinnovabile italiano si candida a traghettare l’economia verso un orizzonte di sostenibilità ambientale, agendo di concerto con le altre fonti energetiche rinnovabili. Il gas rinnovabile giocherà un ruolo fondamentale nel processo di transizione verso un’economia carbon neutral, anche grazie al potenziamento della filiera del biometano. La molecola del biometano è molto flessibile, può velocizzare la decarbonizzazione della rete del gas, rendere ecosostenibili l’agricoltura e i trasporti, in particolare quelli pesanti e navali, e giocare un ruolo fondamentale nella futura produzione di biomateriali. Qual è lo stato dell’arte e cosa è già in atto? Quali le prospettive?

Introduce e modera:

  • Lorenzo Maggioni – CIB Consorzio Italiano Biogas

Intervengono:

  • Carlo Vanzetti – Cooperativa Speranza
  • Matteo De Campo – Maganetti SpA
  • Francesco Petracchini – CNR IIA (Istituito Inquinamento Aria)
  • Davide Macor – Edison Energia SpA
  • Davide Zecchini – SAPIO Produzione Idrogeno Ossigeno Srl
  • Massimo Santori – CNH Industrial

 

Tavola Rotonda

LA BATTAGLIA IN ATTO CONTRO IL METANO PER I TRASPORTI: DANNOSA E… STRUMENTALE?

A cura di ConferenzaGNL

Giovedì 24 ottobre 2019 – Sala Falco – dalle 12.00 alle ore 13.30

Il metano nelle sue diverse declinazioni (compresso, bio e liquido) è indicato dalla UE come principale fonte per la transizione energetica, soprattutto nel settore dei trasporti. Il suo minore impatto atmosferico rispetto ai combustibili convenzionali è considerato nel confronto sulla tassazione energetica. In Italia il metano, settore nel quale il nostro Paese è leader mondiale, è al centro di una campagna sempre più insistente tesa a delegittimarne il valore ambientale nei diversi usi. La transizione energetica offre un ampio spettro di possibili sostituti: il “tutto elettrico”, l’idrogeno, il “power to gas”, l’”ibrido GNL-elettrico”, le miscelazioni con bio-combustibili di diverse origini. In questo contesto evolutivo il metano resta l’unica certezza immediata per ogni impiego, oltre a poter evolvere da “fossile” a rinnovabile, mantenendo le stesse caratteristiche di intensità energetica a costi confrontabili con tutte le altre soluzioni.

Introduce e modera:

  • Diego Gavagnin – Coordinatore Scientifico ConferenzaGNL

Intervengono:

  • Paolo Vettori – Presidente Assogasmetano
  • Silvia Migliorini – Direttore Federchimica Assogasliquidi
  • Lorenzo Maggioni – Responsabile Ricerca e Sviluppo CIB – Consorzio Italiano Biogas
  • Licia Balboni – Presidente Federmetano
  • Mariarosa Baroni – Presidente NGV Italy
  • Rappresentante – SNAM4Mobility*

*In attesa di definizione