Al via il 13° Ecorally San Marino per la mobilità sostenibile

  ARTICOLI, Intervista

AI nastri di partenza tutte le auto green che parteciperanno al 13° Ecorally San Marino. La manifestazione, il cui obiettivo è promuovere la mobilità sostenibile, sta infatti per partire: sabato 21 settembre ci saranno le verifiche tecniche e amministrative e per domenica 22 settembre è prevista la gara. Una iniziativa che si svolge proprio durante la 18° edizione della European Mobility Week, la settimana europea della mobilità sostenibile (16 al 22 settembre), alla quale aderiscono oltre 2.200 città di 47 Paesi e più di 2.000 mobility actions.

 

L’Ecorally San Marino Montegiardino Trofeo Energreen – insieme al 10° Ecorally Press, promosso da Assogasliquidi Federchimica e dal Consorzio Ecogas (riservato ai giornalisti più attenti all’ambiente) – è la prima gara di regolarità riservata alle propulsioni alternative nata con l’obiettivo di promuovere e diffondere tecnologie e vantaggi della mobilità ecocompatibile. La gara, nata nel 2006, ha come obiettivo la promozione e lo sviluppo dei veicoli a basso impatto ambientale, per dimostrarne le possibilità di utilizzo nella vita quotidiana.

 

Il percorso. La manifestazione si svolge il 21 (verifiche tecniche e amministrative) e il 22 settembre (gara) su un percorso di circa 150 chilometri con partenza da Montegiardino, il più piccolo e più ecologico Castello della Repubblica di San Marino. Tra le tappe, da segnalare la Valmarecchia e Verucchio, Rimini. La partenza della prima vettura avverrà a partire dalle 9.01 di domenica 22 da piazza della Pace, a un minuto di distanza seguirà la seconda e così via. L’arrivo di fine gara, sempre in piazza della Pace, alle 17.30. Alle 18.30 la cerimonia di premiazione.

 

Veicoli ammessi. Tutti possono partecipare, purché a bordo di un mezzo ecologico. L’edizione 2019 vede in gara mezzi elettrici, ibridi, mono, bifuel e dual fuel gassosi (GPL e metano), biometano, biocarburanti, idrogeno divisi in quattro gruppi: Gruppo S Classe A – Auto Elettrica e Elettrica ibrida plug-in; Gruppo M Classe B – Auto a Metano, a GPL, a Biocarburanti e Classe C – Auto Ibride non plug-in; Gruppo R Classe D – Auto a Idrogeno e Classe E – Auto a Idrogeno Fuel Cell; Gruppo O Classe F – Moto Elettrica e Classe G – Moto a Metano e GPL.

 

Iniziative collaterali. Accanto alla competizione di regolarità, l’edizione 2019 vede un ricco programma di iniziative collaterali, promosse dall’Associazione Energie Rinnovabili di San Marino. A partire da sabato 21, alle 16.30 ci sarà la conferenza pubblica “Montegiardino Life, un esempio di ecosostenibilità ambientale e di vita quotidiana”, con testimonianze sul nuovo approccio green (house, food, wellness e automotive). Domenica 22 al mattino, dopo la partenza dei partecipanti alla gara di regolarità, è invece in programma una passeggiata ecologica e clean-up nei sentieri e nei boschi del castello a cura di Garden Peak ed escursione guidata con biciclette elettriche, e-bike, e scooter elettrici con possibilità di test drive. Intanto in piazza della Pace a Montegiardino, si potrà assistere all’esposizione di auto elettriche e a combustibili alternativi, ebike e scooter elettrici con possibilità di testdrive. Nel pomeriggio, mentre proseguono esposizione e test drive, sono previste attività inerenti la scelta consapevole della donna green in famiglia, nel tempo libero e nello sport.

 

Ecorally Duathhlon. Tutti i concorrenti dell’Ecorally e dell’Ecorally Press possono partecipare all’Ecorally Duathlon, che unisce le performance della gara di regolarità a una competizione di tiro con l’arco in programma presso l’azienda Montegiardino Miele. Sarà premiato il primo equipaggio classificato (Pilota e Navigatore). La partecipazione degli equipaggi ha carattere facoltativo e non influisce sulle classifiche ufficiali della competizione di regolarità.

 

I trofei. I vincitori del 13° Ecorally San Marino Montegiardino concorrono per il Trofeo Energreen, con validità per la Coppa FAMS Energie Alternative e Rinnovabili per Conduttori e Navigatori. I partecipanti all’Ecorally Press – premiati i primi tre classificati – concorrono anche per il Trofeo Nello Rosi, assegnato per speciali meriti legati alla sostenibilità ambientale.

 

Requisiti. Per partecipare non è necessario essere piloti, la gara è aperta a tutti, anche se richiede attenzione e impegno in quanto il percorso da seguire e i tempi da rispettare sono indicati nel Road Book, il navigatore cartaceo utilizzato nelle competizioni di regolarità. Ogni equipaggio è composto da un pilota e un co-pilota o navigatore. Il conducente e il co-pilota possono scambiarsi i ruoli liberamente durante l’evento a condizione che entrambi siano titolari delle patenti di guida e licenze sportive necessarie; il navigatore invece non può alternarsi alla guida e deve aver compiuto il 16° anno di età e assenso scritto di un genitore.

 

Organizzazione, partner e sponsor. L’Ecorally San Marino si svolge con la collaborazione della Uiga – Unione Italiana Giornalisti Automotive, il patrocinio di AER.SM, Associazione Aziende Energia Rinnovabile San Marino, della Giunta di Castello di Montegiardino e delle Segreterie di Stato Territorio e Ambiente, Turismo e Cultura della Repubblica di San Marino.

Numerosi i partner tecnici e non che hanno messo a disposizione auto e carburanti ecologici, location e strutture. Tra questi il main sponsor Energreen di San Marino, che ha fornito i punti di ricarica per i veicoli elettrici in gara, BRC Gas Equipment, Lampogas, Punto Gas, Slime, Vincenzo Catarsi Mare – Calafuria e Zavoli.

L’evento è organizzato in conformità con il Codice Sportivo Internazionale FIA (Federazione internazionale dell’Automobile); la gestione tecnico-regolamentare è a cura della F. A. M. S. (Federazione Auto Motoristica Sammarinese) tramite i propri Ufficiali di Gara; i rilevamenti cronometrici sono della F. S. Cr. (Federazione Sammarinese Cronometristi).

 

Qualche dato sui veicoli green circolanti in Italia. La manifestazione si inserisce in una fase storica in cui la cosiddetta “transizione energetica” è al centro di ogni dibattito. Ad oggi, secondo i dati Aci (aggiornati al 31 dicembre 2018) e diffusi da Assogasliquidi/Federchimica e Consorzio Ecogas, in Italia circolano 3.611.664 autovetture alimentate grazie a propulsioni e carburanti alternativi. Di queste 2.409.840 (6,18% del totale circolante) sono a doppia alimentazione benzina – GPL, 945.184 (2,42) a doppia alimentazione benzina – Metano, 239.779 (0,61%) sono ibride benzina, 12.156 (0,03%) elettriche e infine 4.705 (0,01%) ibride gasolio. Tutte insieme rappresentano il 9,26% del circolante autovetture, che è pari a 39.018.170 unità. In crescita rispetto al 2017, quando su 38.520.321 unità, le alternative valevano l’8,88%.