Al via alla Fiera di Verona Oil&Nonoil-Stoccaggio e trasporti

Combustibili, rete, normative: distribuzione carburanti, un settore in transizione verso la sostenibilita’

 

Qualità dell’aria, trasporti, salute, mobilità pubblica e privata, il gas, la benzina, il diesel e l’elettrico, le reti distribuzione carburanti e le novità normative, la digitalizzazione: a Verona è tutto pronto per affrontare il presente e il futuro del settore energia, carburanti e servizi per la mobilità. Martedì 9 ottobre apre infatti i battenti Oil&nonoil – Stoccaggio&Trasporto Carburanti, unico appuntamento nazionale per tutti gli operatori del settore.

Verona, 5 ottobre 2018 – Dal 9 all’11 ottobre la Fiera di Verona chiama a raccolta per Oil&nonoil oltre 130 aziende della filiera distributiva dei carburanti e gli operatori specializzati del settore. L’edizione 2018 punta i riflettori sul tema dei carburanti liquidi e gassosi di fronte alla sfida dell’innovazione tecnologica e della mobilità sostenibile.

Focus quindi sul gas come elemento della transizione energetica in atto nel settore del trasporto: un ruolo da protagonista, tenuto conto che un’auto a gas già abbatte gli inquinanti in maniera rilevante in una misura del 40% per l’anidride carbonica e di oltre il 90% sul fronte degli ossidi di azoto. A Oil&nonoil anche momenti di approfondimento normativo e legislativo, per riflettere sulle vicende che investono il settore, come la sempre più diffusa digitalizzazione dei processi di grandi e piccoli retisti.

“Con Oil&nonoil Veronafiere presidia il comparto strategico dei carburanti e delle stazioni di servizio. La manifestazione – spiega Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere – si caratterizza come evento b2b ma in grado di affrontare anche tutte le tematiche connesse all’energia e all’innovazione tecnologica, alla mobilità delle persone e delle merci, ai loro effetti sulla produzione, sull’ambiente e sulle comunità. Questa edizione di Oil&nonoil cade in un periodo in cui si potranno già delineare le prime valutazioni sugli effetti delle iniziative legislative e commerciali che stanno cambiando la rete. Per gli operatori della filiera, quindi, diventa fondamentale partecipare all’appuntamento, l’unico dedicato sul territorio nazionale e riferimento per i paesi del bacino del Mediterraneo. Un ruolo guida che conferma Veronafiere strumento efficace di sviluppo e promozione del business delle imprese”.

Quest’anno la manifestazione ha registrato una crescita del 30% dello spazio espositivo, alimentata soprattutto dalle società che avevano già partecipato alla passata edizione (+16%).

La presenza delle aziende a Oil&nonoil offre così un quadro completo della filiera produttiva ‘Energie, carburanti e servizi per la mobilità’, dal quale gli operatori del settore attingono idee per il rinnovamento e l’innalzamento della qualità del servizio offerto agli automobilisti. Le aziende Venete rappresentano l’11% del totale, segno di interesse e dinamicità: fra tutte è da segnare il ritorno di Ceccato Spa, storico marchio del car wash.

La rassegna è anche un momento di “formazione e informazione”, per analizzare sia la quotidianità che le scelte strategiche di migliaia di imprenditori, attraverso un ricco calendario di convegni e seminari.

Si inizia martedì 9 ottobre con due appuntamenti che illuminano aspetti qualificanti del settore. Alle 11.00 in Sala Rossa si fa ‘Il punto sulla lotta all’illegalità nel settore petrolifero’ con la Staffetta quotidiana, mentre alle 11.30 in Sala Blu con l’Unione Petrolifera si affronta il tema della eco-sostituzione dei combustibili con ‘Diesel: tramonto o nuova alba’, per dividere i fatti dai luoghi comuni. Nel pomeriggio la scena è di due protagonisti della transizione: alle 14.30 con Assogasmetano e CIB – Consorzio italiano biogas in Sala Blu si affrontano gli aspetti fiscali e procedurali del biometano.

Menù ricco anche mercoledì 10 ottobre. Alle 9.30, in sala Blu, Faib, Fegica e Figisc approfondiscono le ‘Nuove tipologie di contratto nelle gestioni della rete carburanti’ mentre alle 10.00 in sala Rossa Federchimica-Assogasliquidi illustra le prospettive delle nuove forme del metano con ‘Il GNL tra innovazione e sviluppo del mercato’. Spazio al settore non-oil dalle 10.30 nella sala Verde con ‘EasyCarWash: la rivoluzione digitale del business dell’autolavaggio’, ambito che alle 12.30 in sala Blu vede l’assegnazione degli Oscar dell’Autolavaggista.L’Oscar, giunto alla terza edizione, promuove e valorizza la professionalità degli operatori nei confronti delle aziende fornitrici e dei clienti degli impianti di lavaggio. Il riconoscimento viene assegnato da una giuria a quei professionisti del lavaggio che, operando nel rispetto delle normative, forniscono servizi di qualità agli utenti. Gas naturale di nuovo protagonista alle 15.30 in sala Blu con la tavola rotonda ‘Il metano carburante della transizione energetica’ con lo speciale supporto di Snam4Mobility.

Giovedì 11 ottobre ancora protagonista la rete e l’evoluzione digitale sin dalle 10.00 in sala Blu con ‘La telematizzazione delle accise (RE.TE) e la fatturazione elettronica: un binomio perfetto’ e, a seguire, alle 11.00 nella stessa sala ‘Fattura elettronica in 20 secondi’, appuntamenti a cura di TruckOne e Intrapresa. Alle 11.30 in sala Puccini si discute sul tema ‘Il mercato del gas naturale: grande opportunità o rischio prezzo?’.

Per tutto questo, Oil&nonoil si conferma una tre giorni imperdibile per operatori del settore, portatori di interesse, aziende e comunicatori legati a un settore cruciale, oggi impegnato in una trasformazione profonda e importante verso il futuro della mobilità sostenibile.

 

 

Immagini (Photocredit: © Foto Veronafiere-ENNEVI)
Link foto1 Oil&nonoil (archivio)
Link foto2 Oil&nonoil (archivio)
Link foto3 Giovanni Mantovani, dg Veronafiere

 

Servizio Stampa Veronafiere
Tel.: +39.045.829.82.42-82.85
E-mail: pressoffice@veronafiere.it
Twitter: @pressVRfiere
FB: @veronafiere
 

Ufficio Stampa Oil&nonoil
Silverback – Greening the Communication
Roberto Antonini
mob. 339 3865245
info@silverback.it