Come riporta Cadena SER, il Consiglio regionale della Comunità Valenciana in Spagna ha ispagna Pompe Ghostntrodotto modifiche legislative al fine di proibire i distributori self-service non presidiati, ponendo in tal modo fine al trend “low cost” nella distribuzione dei carburanti.

Dal gennaio di quest’anno, ogni distributore di carburante nel territorio della Comunità Valenciana dovrà avere durante le ore diurne almeno un operatore che presidi l’area in caso di incidenti o per aiutare i disabili a rifornirsi.

L’iniziativa del consiglio regionale della Comunità rappresenta un duro colpo ai distributori “low cost” divenuti sempre più popolari nel paese sin dagli esordi della crisi economica nel 2008. Questi distributori riducono i costi eliminando il personale, ed installando casse automatiche a fianco della pompa self-service. Con il nuovo regolamento, almeno un operatore dovrà essere presente in ciascun distributore nelle ore diurne, ovverosia dalle 6 alle 22 o dalle 7 alle 23 (l’orario esatto deve ancora essere stabilito).

I distributori “low cost” che non si adegueranno alle Nuove regole rischiano di incorrere in sanzioni amministrative da 3.000 a 15.000 euro. La Comunità Valenciana, che ha una popolazione di circa 5 milioni di abitanti al momento conta circa un centinaio di distributori ghost.
Fonte: Cadenaser