Chiusa l’11ª edizione della manifestazione che nei tre giorni di svolgimento ha fatto registrare una crescita del 7% degli afflussi rispetto al 2014 e una significativa crescita dei visitatori provenienti dal Centro-Sud. In aumento (+10%) la partecipazione ai 32 convegni, seminari e workshop

convegno-costantin-1Più di 4.300 visitatori in tre giorni, in aumento del 7% sul 2014, oltre 1.000 presenze (+10%) ai 32 convegni in programma e 140 aziende espositrici. Sono i numeri di Oil&nonoil-S&TC, la manifestazione dedicata ad energie, carburanti e servizi per la mobilità che ha chiuso ieri alla Fiera di Verona la sua 11ª edizione.

«Siamo soddisfatti del risultato raggiunto sul fronte degli arrivi di operatori – commenta Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere –, soprattutto considerando che si tratta di un settore molto specializzato. Questa edizione, inoltre, rafforza il ruolo dell’evento di Verona come riferimento per tutto il comparto a livello nazionale. Oltre alle conferme da Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna, infatti, abbiamo registrato più visitatori dal Centro-Sud, in particolare da Sicilia, Campania, Lazio e Toscana».

gilbarcoPer tre giornate, l’intera filiera legata alla distribuzione carburanti, compreso il mondo della mobilità alternativa e sostenibile, si è dato appuntamento in fiera. Presente anche il segmento del “non-oil”, in riferimento ai servizi complementari offerti dalle stazioni di rifornimento.

In particolare, Oil&nonoil-S&TC 2016 ha visto crescere la parte espositiva legata all’autolavaggio, con il ritorno dell’accessoristica tra cui spazzole, detergenti, aspiratori e impianti. Questa edizione, inoltre, ha segnato il debutto degli Oscar dell’Autolavaggista, iniziativa realizzata in collaborazione con Assolavaggisti.

international-meeting-pointOltre agli incontri business – anche con delegazioni di buyer esteri da Iran, Egitto, Polonia, Marocco, Serbia e Bosnia Erzegovina –, a Oil&nonoil-S&TC sono stati centrali formazione e aggiornamento, grazie ai 32 convegni sui temi d’attualità e sul futuro del settore, con la partecipazione di più di 1.000 professionisti, in incremento del 10% rispetto al 2014.