immagine-ONO-15-nuova-con-slogan

In due mesi venduto a 70 aziende il 55% dello spazio. Oil&nonoil (Veronafiere, 11-13 ottobre) si conferma l’unico grande appuntamento nazionale, capace di ascoltare e rappresentare il settore della distribuzione dei carburanti e dei servizi relativi

Ottimi risultati per Oil&nonoil-S&TC al termine del periodo di promozione. A due mesi dal  lancio della manifestazione, in programma a Veronafiere dall’11 al 13 ottobre,  hanno aderito oltre 70 aziende, prenotando oltre il 55% dello spazio del padiglione. Una partenza che fa ben sperare, soprattutto perché va letta come un segnale positivo di ripresa, proveniente da tutti i segmenti del settore.

Gli espositori della passata edizione veronese (2014) hanno mediamente aumentato del 10% lo spazio espositivo e  delle 70 adesioni il 10% è costituito da società che esordiscono a Oil&nonoil.

I segmenti che hanno risposto più prontamente sono quelli della gestione e automazione, seguiti da insegnistica, costruzione di stazioni, erogazione e stoccaggio.

ono16_1Arrivate anche le prime adesioni dalla filiera del lavaggio, che  riconosce che da  Oil&nonoil passano diversi tipi di operatori (retisti, compagnie, investitori, lavaggisti…) che hanno ripreso a rinnovare, sostituire, ampliare e diversificare.

Già  12 associazioni di settore hanno concesso il patrocinio, confermando una collaborazione che dura dalla prima edizione. Ora il lavoro comune è indirizzato a costruire eventi sui temi di maggiore interesse e a presentare la fiera agli associati.

Utilizzando gli strumenti cartacei e digitali della comunicazione e attivando le strutture specifiche di Veronafiere, è stata avviata anche la campagna di promozione diretta ai potenziali visitatori nazionali e internazionali.

ono16_2Aperto il cantiere di workshop, seminari e convegni. A Verona saranno utilizzate cinque sale e si prevedono  giornate dedicate a temi specifici, da scandagliare da diversi punti di vista. Ogni giorno avrà un tema centrale: martedì 11 sotto la lente  ci sarà il lavaggio (produzione e gestione); mercoledì  12 si indagherà il mondo dei nuovi retisti e giovedì 13 si affronterà il tema dei nuovi carburanti e dei mutamenti che comporterà, anche per la struttura della rete distributiva, il loro graduale maggiore  utilizzo.