img_8700_1La manifestazione, in calendario a Veronafiere dall’11 al 13 ottobre prossimo, si conferma punto di riferimento per tutta la filiera della distribuzione dei carburanti. Intenso programma convegnistico centrato sulle nuove normative e sulle innovazioni tecnologiche. Centotrentacinque espositori. Attesi cinquemila visitatori

Decreto legislativo di recepimento della direttiva DAFI, lotta all’illegalità, decreto concorrenza, ruolo crescente dei nuovi retisti…Oil&nonoil 2016 (Veronafiere, 11-13 ottobre) sarà per tre giorni il palcoscenico su cui si misureranno progetti e prospettive differenti che riguardano la necessità di rispondere, nel proprio ambito operativo, alla domanda quotidiana di energia e mobilità. Non sarà un confronto basato solo sulla dialettica delle argomentazioni, ma anche sull’analisi dell’evoluzione tecnologica che riguarda i carburanti e i mezzi, i sistemi di erogazione e le nuove soluzioni di mobilità per persone e merci.

Visitatori

Il ritmo con cui crescono le preregistrazioni fa ritenere che gli operatori abbiano colto l’importanza dell’appuntamento e siano interessati ai temi trattati e alle proposte delle aziende espositrici. Le adesioni fanno ritenere che saranno rispettate le previsioni di 5.000 visitatori nei tre giorni di manifestazione.

L’analisi compiuta sul primo significativo campione di operatori preregistrati mostra che essi risiedono in tutte le Regioni d’Italia e hanno interesse per tutte le categorie merceologiche che si espongono in fiera. Le adesioni più significative sono: lavaggisti intorno all’11%, operatori extra rete 8%, proprietari di stazioni di servizio 18%, fornitori del settore 20%.. .

Rilevante il numero di buyer esteri che visiteranno gli stand e con cui le aziende espositrici potranno fissare incontri mirati.

Espositori

L’andamento delle preregistrazioni e la qualità dei visitatori annunciati rappresentano una buona notizia per i 135 espositori che occupano il padiglione 6 di Veronafiere.

C’è ancora tempo per altre adesioni, anche grazie alla formula “stand chiavi in mano”.

A Oil&nonil sono presenti tutti i segmenti che la compongono, il loro peso specifico riproduce la forza e la consistenza dei vari comparti.

La maggioranza delle adesioni riguarda la costruzione, la gestione, la comunicazione, le dotazioni tecniche interrate e fuori terra. Le aziende leader di sistemi di erogazione e gestione sono presenti così come sono iscritte aziende  che si occupano di cartellonistica, illuminotecnica, serbatoi. Molto buona la risposta dei segmento carburanti alternativi. Lo stoccaggio e il trasporto dei carburanti propone tutte le novità per il carico, la misurazione, la movimentazione dei carburanti, con tutte le innovazioni per la sorveglianza e la sicurezza dei mezzi.

Oscar dell’Autolavaggista

L’11 ottobre alle 17.30 saranno consegnati i 7 Oscar dell’Autolavaggista che premieranno con una targa e un buono sconto i professionisti del lavaggio scelti tra quelli che avranno inviato la documentazione richiesta.

Quattro le categorie in concorso

  • Start Up (riservato alle aziende del settore avviate nel 2015);
  • Imprenditoria femminile;
  • Marketing strategico (riservato alle aziende che hanno attuato strategie di marketing innovative ed efficaci);
  • Oscar alla carriera (riservato all’azienda del settore attiva da più tempo).

img_8733_2Convegni, seminari e workshop

Nei tre giorni si concentreranno circa 30 appuntamenti di approfondimento dei temi legati alle novità normative, ai cambiamenti del mercato, all’innovazione tecnologica.

Tema costante di una serie di convegni sarà la presentazione dei contenuti del decreto legislativo di recepimento della direttiva Dafi: se ne parlerà nei convegni di martedì 11 ottobre sul GNL per i trasporti e sulla mobilità elettrica e negli incontri di giovedì 13 ottobre sul metano e sull’idrogeno.

L’11 mattina il convegno inaugurale (organizzato con il World Energy Council Italia) cercherà di rispondere alla domanda: 2030” quale mobilità, quali “carburanti”, quale rete ?

Il giorno successivo, mercoledì 12, i nuovi retisti e le loro scelte imprenditoriali saranno al centro del convegno del mattino.

Sicurezza, illegalità, metano compresso e liquido, biometano, mobilità elettrica, aspetti normativi e fiscali nel lavaggio saranno alcuni dei temi approfonditi nei tre giorni di fiera.

O&NO punto di riferimento del settore

Luciano Rizzi, area manager di Veronafiere, ha dichiarato: “Crediamo che i risultati che abbiamo raggiunto in questi mesi siano la prova che, edizione dopo edizione, Oil&nonoil-S&TC si conferma e rafforza il ruolo di punto di riferimento per tutta la filiera della distribuzione dei carburanti. Del resto, il dialogo con l’industria e le associazioni e l’ascolto degli operatori professionali hanno consentito alla fiera quel continuo rinnovamento che le ha permesso di crescere e arricchirsi”.