Sono andati a sette professionisti provenienti da tutta Italia i premi e le targhe del concorso promosso da Oil&nonoil-S&TC e Assolavaggisti. Come previsto dal regolamento, sono stati spesi in fiera i 7.000 euro del buoni acquisto

Anche il mondo dei car-wash, con i suoi 10mila impianti in Italia, ha ora il suo premio ufficiale. A Oil&nonoil-S&TC, rassegna dedicata a energie, carburanti e servizi per la mobilità (11-13 ottobre 2016 Veronafiere), sono stati consegnati, infatti, i primi Oscar dell’Autolavaggista, iniziativa organizzata da Assolavaggisti e Mirumir, la segreteria organizzativa di Oil&nonoil.

La cerimonia di consegna si è svolta in fiera martedì 11 ottobre, alla presenza di un folto pubblico di lavaggisti. I riconoscimenti sono stati assegnati a sette aziende distintesi nelle categorie “Start-up”, “Imprenditoria femminile”, “Marketing strategico” e “Oscar alla carriera”. I premiati hanno ricevuto una targa e buoni acquisto per un valore di 7.000 euro poi utilizzati presso gli stand degli espositori di Oil&nonoil 2016.

OSCAR ALLA STARTUP

Il premio è andato a due imprese giovani fondate da altrettanto giovani imprenditori. In dettaglio i riconoscimenti hanno premiato Autolavaggio Detailer, avviato il 4 aprile del 2015 a Caltagirone (Catania) dal trentunenne Sebastiano Gianrusso, e a Fidale sas di Polistena (Reggio Calabria) fondato il 20 maggio 2015 da Augusto Fidale, di appena 24 anni anche se con una consolidata tradizione familiare alle spalle.

OSCAR PER L’IMPRENDITORIA FEMMINILE

In questa categoria sono state premiate due attività imprenditoriali d’eccellenza. Una è l’Autolavaggio Bellavista di Roberta Innocenti, sito a Buggiano (Pistoia), gestito in prima persona dalla titolare, in grado di offrire un’ampia e diversificata gamma di servizi (lavaggio auto e autocisterne, ingrassaggi, grafitaggi) e di supporto ai clienti (area wi-fi, parco giochi, ecc.).

In questa categoria è stato premiato anche l’autolavaggio Zenit srl, avviato da Giulia Pinto e Franca Renzetti a Sassa Scalo (AQ) nel 2010, subito dopo il terremoto, e gestito dalle stesse titolari che hanno investito molto sia in termini di attrezzature che promozionali e di cui colpisce l’immagine molto curata e pulita.

OSCAR PER IL MARKETING STRATEGICO

Anche questo Oscar dell’Autolavaggista è stato assegnato a due imprese. Una è la Ercoli srl di Emanuele e Barbara Ercoli, diLastra a Signa (Firenze), premiata grazie agli investimenti in promozione e comunicazione, come ad esempio la card ricaricabile diffusa a 11mila clienti, il telepass applicato alle vetture per gestire sconti, promozioni e abbonamenti e un sito internet su cui i clienti possono acquistare lavaggi, gestire l’abbonamento e ricaricare la card.

Il secondo vincitore di categoria è stato Eurolavaggi srl di Stefano Chiesa, con sede a Brescia, una qualificata impresa di lavaggio con 7 dipendenti che si è distinta per le incisive campagne promozionali, gli slogan d’effetto in dialetto bresciano, le affissioni in tutta la città, la distribuzione di 30mila adesivi a goccia applicati agli specchietti, la pagina facebook e il sito internet.

OSCAR ALLA CARRIERA

Infine l’Oscar alla carriera è stato consegnato all’autolavaggio Morelli snc di Antonella Morelli, situato a Faenza (Ravenna), impresa familiare fondata nel 1981 che, con costanza e passione, porta avanti l’attività da oltre 35 anni.oscar-alla-carriera_morelli

 

“Come giurati siamo stati particolarmente stupiti della professionalità, dedizione e attaccamento al lavoro dimostrato da tutti i partecipanti, e in particolare dai vincitori” ha dichiarato Giuseppe Sperduto, presidente della giuria degli Oscar dell’ Autolavaggista. “A prescindere dalle strutture in cui operano, siano esse impianti supertecnologici o lavaggi a mano, si tocca con mano la passione per il loro lavoro e la voglia di crescere attraverso l’esperienza di ogni giorno”.